La confusione dei genitori degli adolescenti

I genitori degli adolescenti sopportano una serie di situazioni che fanno fatica a gestire. Il figlio impensierisce per l’andamento scolastico, i rischi legati alle dipendenze, le cattive compagnie.
Se una volta la presenza della famiglia allargata dava la possibilità di supervisionare la crescita di bambini e ragazzi, oggi i genitori si sentono soli. Vivono poco la quotidianità con i figli e sentono un grande senso di colpa. Soprattutto, quando i genitori degli adolescenti sono nello sconforto e in preda  alla confusione, dimenticano quanto potere sia nelle loro mani, nonostante i tempi siano cambiati. I genitori degli adolescenti subiscono un paradosso  fondamentale, di cui spesso non sono consapevoli. Vediamo insieme quale.

L’adolescenza ha bisogno di noi, sempre 

Il paradosso è proprio questo. Sui social questo senso di confusione emerge molto chiaro: l’idea è quella che fino a che non vi sono comportamenti di dipendenza da sostanze, clamorose bocciature e/o rifiuto della scuola… Si tira avanti perché si sa, l’adolescenza é complicata, i ragazzi non sono più quelli di una volta, non siamo capaci di educare, etc. etc, etc.
Eppure, la fiera del noto comune non ti aiuta a risolvere. Devi realizzare che questo atteggiamento non porta a creare la relazione che desideri. Dove il lamento è molto forte e fine a sé stesso, la voglia di scoprire il proprio potenziale di genitore, si perde.

Gli adolescenti non hanno ancora completato il processo di crescita

I ragazzi non sono ancora adulti, necessitano di una guida strutturata nella stessa misura dei bambini, ma in un modo diverso: questa è la verità di cui dobbiamo prendere atto. Per aver bisogno di tale guida, non devono esserci situazioni drammatiche per forza. L’educazione dei genitori, infatti, deve orientarsi a prevenire questi comportamenti, che devono esser considerati come un’eccezione da affrontare in modo specifico. La competenza ed il ruolo educativo genitoriale, invece, restano necessari. Guida, amore incondizionato e limiti chiari sono una responsabilità che ci accompagna sempre, non solo nelle situazioni drammatiche. I genitori degli adolescenti devono ricordare, infatti, che l’età evolutiva di cui si stanno occupando è tra le più importanti: perché è quella che consegnerà il proprio figlio alla vita adulta.

Gli eterni adolescenti 

Cosa succede quando il processo non si sviluppa in modo armonioso? Quando i ragazzi non riescono a completare la crescita secondo quanto la natura umana vorrebbe (l’acquisizione guidata di valori e principi ispirati alla responsabilità) i fanciulli non crescono. Non  diventano autonomi, non divengono adulti. Questo è già in sè un grande problema.

Non trovi?

Pensiamoci prima.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post

VALENTINA DI BELLA